«Il più sublime lavoro della poesia è alle cose insensate dare senso e passione» ci suggerisce Vico.
Poesia / è il mondo l’umanità / la propria vita / fioriti dalla parola / la limpida meraviglia / di un delirante fermento…, scrive Ungaretti
Mario Luzi riecheggia: “C’è sempre qualcosa che rimane inespresso. La poesia è imprendibile. Tutto sommato è la vita al suo più alto grado di partecipazione intima”.
Mentre D’Annunzio sembra suggerirci che “la natura, che era specchio degli stati d’animo dell’uomo, diventa la materia da cui trarre infiniti echi visivi, uditivi e olfattivi”.
Poesia, forma del messaggio, modo in cui le cose sono dette, determinano l’unicità di un testo poetico; esso acquista un significato proprio grazie a una scelta di temi e a una combinazione molto attenta, originale, delle parole e delle immagini espressive.
Hanno senso e passione i versi dedicati alla terra natia, i sentimenti suscitati dalla visione di un orizzonte o dal ricordo di un paesaggio, la trascrizione realistica di una condizione umana, l’ispirazione determinata da uno stato d’animo, da un moto del cuore, da un presentimento, da un sommovimento di pensieri, da un’agitazione intima di emozioni, di sensazioni, di fantasie.
Negli Haiku, componimenti brevi di 5-7-5 sillabe prive di titolo, fioriti anticamente in Giappone, si riflettono tipicamente l’amore per il minimalismo e per le cose asciutte e compatte ( scrive infatti Sei Shonagon: “in verità, tutte le cose piccole sono belle”). Il poeta diviene solo uno strumento e l’oggetto che anima il componimento diviene soggetto. Secondo Barthes lo Haiku non descrive ma si limita ad immortalare un’apparizione, a fotografare un attimo ed è per questo che tra le sue peculiari caratteristiche troviamo la brevità, la leggerezza

https://i2.wp.com/www.piubenessere.it/wp-content/uploads/2014/12/Screen-Shot-2014-12-22-at-12.38.46.pngHaiku, poesia semplice e istintiva si può dedicare al paese natio…
componimento in versi da interpretare

https://i1.wp.com/conlenostreidee.altervista.org/wp-content/uploads/2014/09/la-poesia-giapponese-non-solo-haiku.jpg

I MIEI AMBIENTI TUDERTI

Come sono verdi
i penduli rami del salice
sull’ acqua che corre

https://jacopinodatodi.files.wordpress.com/2012/12/todi.jpg?w=300&h=244

Erbe, nebbia
fra acque silenti
il tramonto

https://jacopinodatodi.files.wordpress.com/2013/05/panorama-di-todi-biagini-giancarlo.jpg?w=346&h=272

Tenui colori
Solo crisantemi
Nella foschia mattutina

https://jacopinodatodi.files.wordpress.com/2013/05/1997-biagini-todi-notturno.jpg?w=272&h=244

Vicino autunno
cuori riuniti
accanto al camino.

https://i0.wp.com/static.designmag.it/designmag/fotogallery/845X0/124187/camino-in-muratura.jpg

Inizio d’autunno:
nel fiume e nei campi
un omogeneo colore.

https://i0.wp.com/img2.juzaphoto.com/001/shared_files/uploads/667234_m.jpg
Vento d’autunno:
esistiamo, ci guardiamo l’un
l’altra
io e te.

https://leggereper.files.wordpress.com/2015/11/a0708-1titfoglie-bmp.jpg?w=303&h=203

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci