…. in Provenza

 Eyguières, Avignone, Parc Naturel du Luberon….

Eyguières è uno dei pochi villaggi  delle Alpilles in Provenza (Francia) ad essere sfuggito al turismo di massa. Qui le rovine del Teatro Romano di Orange si stagliano di fronte al mare dal 40 a.C. e ancora oggi uno dei siti meglio conservati al mondo. Ogni estate  le Chorégìes d’Orange.   festival di musica classica e operistica più antico di Francia, tra luglio ed agosto: la città diventa magica, le terrazze dei bar si riempiono di gente che si incontra prima degli spettacoli per l’aperitivo.

https://i2.wp.com/www.harasdelagnes.com/site/images/normal/Evasion4b047fe97f7aa.jpg

…son théâtre antique

Eyguières si trova ad un passo da Avignone e da Aix-en-Provence, e a un’ora di auto da Marsiglia.  Musée Granet ad Aix-en-Provence,  Musée du Petit Palais di Avignone . La  Cathédrale d’Images di Les Baux, sui muri dell’antica cava di pietra vengono pro­iettati a ciclo continuo filmati, ( Val Enfer). Il Festival d’Avignon,  a luglio,  uno degli appuntamenti dedicati al teatro più importanti d’Europa, con un programma così vario che spesso è difficile scegliere cosa seguire.
   Avignone città ricca di storia e di monumenti, la “capitale” della Provenza. Con la sua cinta muraria ci ricorda i fasti del passato di città d’arte e cultura quando fu per quasi un secolo sede papale fino allo scisma del 1377. Ho visitato tempo  fa il Palazzo dei Papi e il Petit Palais  che di sera sono magnificamente illuminati. E’ detta anche la Roma sul Rodano  QUI NOTIZIE INTERESSANTISSIME 

Avignone -  Palazzo dei Papi

Avignone – Palazzo dei Papi

Ora… in  Alta Provenza – Luberon dalle Alpi al Mediterraneo,  Luberon: bellezza, luci, dolcezza di vivere borghi millenari con le  colline del Luberon che dominano il corso tranquillo della Durance.  Muri di pietre a secco dorate dal sole, facciate tinteggiate dall’ocra naturale del Colorado provenzale, terrazzi, piazzette ombrose e fontane, tutto per la dolcezza di vivere.  Sulle colline vigneti e ciliegi e la pianura con i frutti, tra cui il famoso melone di Cavaillon. Con il suo culmine ( m. 1125), il Luberon, montagna tutelata dal Parco Naturale Regionale del Luberon,  gioia di trekker e di osservatori di fauna e flora.  Oh l‘OCRA, il  Rosso! Il colore della terra: rosso, giallo e porpora, anche quando il sole è basso. E che contrasto tra il colore del cielo e la natura verdeggiante! Un  paesaggio  davvero straordinario. Luoghi descritti da Peter Mayle nel suo famoso libro “Un anno in Provenza”... Un anno in Provenzaluoghi incastonati in mezzo alle onde create dai campi di grano o di lavanda, e agli arbusti profumati di macchia mediterranea che  formano a loro volta, macchie di colore e zone  odorose. E perfino in mezzo alla natura si trova la cultura: nel vil­laggio de L’ Isle-sur-la-Sorgue,  percorsa da diversi canali punteggiati da anti he ruote idrauliche in legno ricoperte di muschi,  ci sono degli ottimi antiquari . Vi hanno preso  spunto  scrittori come lan McEwan (“Cani neri”, Einaudi) e  Peter Mayle ( dal suo romanzo “Un’ottima annata”- Garzanti. Ridley Scott ha tratto l’omonimo film con Russell Crowe, girato a Gordes, pittoresco borgo medievale.)

 

gordes collage

https://i1.wp.com/www.luigipaoletti.it/photo/IMG_8719-NEW-BN-gordes.jpg

Piazza e Ristorante – Gordes

 

Gordes

Gordes – Scorcio sulla valle

ANCORA…la Provenza è terra d’olio d’oliva e vino ma anche di  buonissimi cioccolatini, a  Saint-Rémy c’è una delle chocolaterie più incredibili di Francia, quella di Joèl Durand  non un cioccolataio come gli altri, ma con profumi mediterranei,  provenzali, per  tipi eccezionali. di cioccolato.Pralines alle mandorle della Provenza e olive nere della valle del Baux , cioccolato nero e miele di corbezzolo amaro, con l’odore intenso del cacao e i profumi delle spezie provenzali mescolati  in perfetta armonia. 

 

Joel Durand Chocolatier

Annunci