Si può parlare di letteratura dimenticata quella delle  bancarelle dove  si trovano i “pezzi” migliori, a volte anche a buon prezzo?  E questo lo sanno tutti. Ciò che invece non è sempre chiaro, è in quali mercatini si possano trovare anche  libri   dei primi decenni del Novecento–  Non tutti i mercati, infatti, offrono questo tipo di libri, e se è per questo non tutti i mercati offrono libri, di qualunque tipologia. Ma vi sono  ottime indicazioni di due riviste specializzate in mostre e mercati, CHARTA e LA GAZZETTA DELL’ ANTIQUARIATO,
Sappiamo come spesso i mercatini dell’antiquariato offono  pochi e casuali libri di seconda mano ed allora andiamo a cercare i  luoghi dove effettivamente si trovano bancarelle di libri interessanti e ve ne sono di paticolari. Ad esempio a MILANO il mercato di libri principale a livello nazionale è piazza Diaz (nella seconda domenica del mese, eccetto  gennaio, luglio e agosto). Qui si incontrano  le librerie provenienti da tutta Italia, ma anche i librai  ambulanti e la maggior parte delle bancarelle con  libri per ragazzi. I prezzi sono ragionevoli, a volte si può trovare una rarità  tanto cercata per la propria collezione, al di sotto dei 10  euro. Ma i prezzi  sempre soggettivi e dettati dalle circostanze. Il collezionista, infatti, attribuisce  un alto valore al “pezzo mancante” della propria collezione, ed è felice di portarsi a casa il libro tanto cecato  pagandolo anche  il doppio del suo valore reale; oppure capita che il libraio abbia titoli  diversi e si sia trovato in mano “quel” libro per caso e se ne disfi anche i a poco prezzo.

Milano – Bancarelle in piazza Diaz

Roma è grande e molti  i mercatini domenicali la maggior parte dei mercatini   non offre  nemmeno una bancarella di libri! E se libri ci sono, si trattaa comunque di volumi di seconda mano senza importanza. I luoghi dove vi sono   libri interessanti  quindi sono pochi. Iniziamo da Porta Portese, il mercato domenicale più famoso in Italia –  il più presente (tutte le domeniche immancabilmente, anche Ferragosto). Le bancarelle di libri si trovano un po’ all’esterno del mercato, verso  viale Trastevere , e non sono molte e poco organizzate: mucchi di volumi accatastati ma poi  si trovsu una bancarella   “tutto 1 euro”. Porta Portese è comunque un’esperienza che va fatta almeno una volta nella vita di un collezionista, qualunque cosa collezioni.

http://congustobiz.files.wordpress.com/2011/02/p1000843.jpg

PORTA PORTESE

Il secondo mercato romano da citare è quello che si tiene nel sotterraneo della Stazione Ostiense (piazzale dei Partigiani) ogni sabato e domenica. Le bancarelle di libri sono poche ma offrono anche libri per ragazzi e talvolta libri interessanti a prezzi bassi. Addirittura ho sentito dire che qualcuno vi ha trovato due volumi della Bibliothèque de Suzette degli anni Trenta.
Il terzo e ultimo è quello che si tiene la terza domenica in piazza Augusto Imperatore: le bancarelle si sono alquanto ridotte rispetto a qualche anno fa,  sono poche, tutte  sotto i porticati. Due solamente  le bancarelle che trattano libri antichi/vecchi.

Annunci