Immagine

 Costruiamo la nostra dieta in maniera consapevole e intelligente. Leggiamo sempre le tabelle nutrizionali dei prodotti e trasmettiamo questa abitudine ai nostri figli. Ridurre l’assunzione di calorie in eccesso, per esempio, è una buona via per ridurre anche il nostro impatto ambientale!   Siamo onnivori: nutriamoci come tali. Diversifichiamo i nostri menu ricordandoci che l’essere umano non è un carnivoro se non occasionale. Il modello della Dieta mediterranea rappresenta un ottimo riferimento alimentare, sia sotto il profilo nutrizionale, sia sotto quello ambientale.

COME

Se scegliere cosa mangiare è il primo passo verso l’equilibrio tra salute e ambiente a tavola, anche il come ci nutriamo è un passo fondamentale per acquisire abitudini alimentari sane e sostenibili.
Alziamo la qualità del cibo che mangiamo diminuendone la quantità.Non basta scegliere la tipologia giusta dei cibi per volersi bene e volerne all’ambiente: bisogna anche spostare la bilancia dell’alimentazione verso la qualità.
Il cosa mangiamo e il come ci nutriamo fanno la differenza tra un’alimentazione sana e un’alimentazione che alla lunga può risultare dannosa per l’organismo e per l’ambiente.

Alcuni consigli per mangiare bene preservando l’ambiente.

COSA

Parafrasando Michael Poll “Una gamba (frutta, verdura, pasta e cerali…) è meglio di due gambe (pollo, tacchino…), che è meglio di quattro gambe (manzo, maiale…)”
Ossia:preferiamo gli alimenti alla base della Piramide alimentare e al vertice di quella ambientale.

Immagine
 La nostra dieta sana e a basso impatto è fondata su un principio base: preferiamo i vegetali alla carne (specialmente quella rossa). È importante limitare il consumo eccessivo di carne che, oltre ad avere un forte impatto sull’ambiente, ha anche un forte impatto sulla nostra salute. Abituarsi a consumare regolarmente frutta e
verdura ci aiuta a soddisfare la fame riducendo il desiderio per i cibi al vertice della piramide alimentare.

COLLAGE ALIMENTAZ
 Nel consumare occasionalmente carne preferiamo il pollame: oltre ad essere più salutare sotto il profilo Mangia sano, mangia sostenibile Non basta scegliere la tipologia giusta dei cibi per volersi bene e volerne all’ambiente: bisogna anche spostare la bilancia dell’alimentazione verso la bisogna anche spostare la bilancia dell’alimentazione verso la qualità.

Immagine
Equilibriamo e regolarizziamo i pasti. Abbondanti colazioni, pranzi sostanziosi e cene modeste ci aiutano a limitare l’assunzione di cibo in eccesso e a regolarizzare la nostra alimentazione.
Prendiamoci il tempo per cucinare, sederci a tavola e mangiare lentamente. In un modello sostenibile come quello mediterraneo il pasto è un momento in cui il cibo viene mangiato, gustato e condiviso non divorato in fretta e furia. È importante dare il giusto valore all’alimentazione e renderla un momento di relax e socialità ci aiuta anche a migliorarne la qualità.

Immagine

Annunci